L'Associazione Italiana Esposti Amianto (AIEA) è una associazione senza fini di lucro che si pone lo scopo di dare voce agli esposti ad amianto e di bandire definitivamente l'utilizzo e la presenza di amianto in ambito nazionale e internazionale in quanto nocivo alla salute.

E' nata nel 1989 a Casale Monferrato (con il nome iniziale di Associazione Esposti Amianto (AEA), modificato in tempi più recenti nell'attuale denominazione), città dove aveva sede una importante fabbrica di Eternit e che è divenuta tristemente nota per le conseguenti morti da amianto. (La sede di tale fabbrica oggi è stata trasformata in un parco.).

Lo sforzo di sensibilizzare l'opinione pubblica e gli organi legislativi ha portato già l'anno successivo alla presentazione da parte di un gruppo di deputati alla presentazione di un proposta di legge[1]poi approvata due anni dopo.[2]

Fa parte della federazione internazionale "Global Ban Asbestos Network".

L'AIEA si è fatta fra l'altro promotrice, assieme ad altre associazioni di esposti ad amianto e di familiari delle vittime dell'amianto, unitamente a sindacati confederali e non, della Conferenza Nazionale di Monfalcone tenutasi nel mese di novembre 2004.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fonte[modifica | modifica sorgente]



Imparare Portale Imparare: accedi alle voci di Verdiana-Wikia che trattano di Imparare
Vivere insieme Portale Vivere insieme: accedi alle voci di Verdiana-Wikia che trattano di Vivere insieme
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.