Il citybus è un servizio di trasporto pubblico locale su strada, che si è sviluppato recentemente in alcuni paesi e città dell'Alto Adige e della Sardegna, dove non era possibile avere un servizio di trasporto urbano alternativo, da quello che era presente nelle principali città, come a Bolzano, Merano e Cagliari. Il trasporto con citybus è infatti effettuato attraverso l'uso di minibus, in modo tale che questi possano muoversi con facilità anche nelle strette vie dei paesini di montagna o dei centri cittadini.

Un citybus a Dobbiaco/Toblach.

Gestori[modifica | modifica sorgente]

A volte chi gestisce questo servizio sono società come la SAD, la SASA, l'ATP di Sassari e l'ASPO di Olbia; altre volte invece sono gli stessi comuni che gestiscono questo servizio.

Solitamente i mezzi del servizio citybus sono molto moderni e quindi dotati di meccanismi ecologici (come il filtro antiparticolato per veicoli diesel) tali da aver conferito alla provincia di Bolzano ed ai comuni di Brunico e Bressanone la bandiera verde di Legambiente.


Inoltre le fermate delle corse sono abbastanza dense, la cadenza delle corse è alquanto frequente e costruita in modo tale da facilitare le coincidenze con altri servizi di trasporto pubblico. Oltre che agli orari ben organizzati, il sistema prevede una tariffa unica a tempo per l'intera rete; ma è gratuito se in connessione con una corsa extraurbana o ferroviaria.

Comuni dove il servizio è attivo[modifica | modifica sorgente]

Alto Adige - Sud Tirol[modifica | modifica sorgente]

Attualmente il servizio citybus è attivo in ben 12 comuni altoatesini:

Sardegna[modifica | modifica sorgente]

In Sardegna invece il servizio è attivo nelle città di:

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.