Danilo Mainardi (Milano, 25 novembre 1933) è un etologo italiano.

« L'ecologia ci insegna che la nostra patria è il mondo. »
(Danilo Mainardi)

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1956 si laurea a Parma in Scienze biologiche con una tesi in zoologia. Dal 1967 fino al 1992 ha insegnato prima Zoologia, quindi Biologia generale e infine Etologia presso l'Università di Parma, nelle facoltà di Scienze e di Medicina. Dal 1973 è direttore della Scuola di etologia del centro Ettore Majorana di cultura scientifica di Erice. Attualmente è professore ordinario di ecologia comportamentale presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche Naturali dell'Università "Ca' Foscari" di Venezia.

È presidente onorario della LIPU (Lega italiana protezione uccelli), dopo esserne stato per molti anni presidente nazionale, e aver lasciato l'incarico a Giuliano Tallone.

Si è occupato principalmente dell'evoluzione del comportamento sociale e sessuale. In particolare della scelta sessuale, dimostrando l'importanza dell'apprendimento precoce nel determinare le preferenze sessuali. Con i suoi studi sull'aggressività ha dimostrato che non esiste appetenza per questo comportamento. Tra i risultati più importanti della sua ricerca è sicuramente la scoperta che anche le specie animali posseggono in certa misura la capacità tipica dell'uomo di produrre e trasmettere cultura, di trasferire, cioè, da un individuo ad un altro, soluzioni di problemi e innovazioni.

Ha vinto il premio Glaxo per la divulgazione scientifica. Nel 2003 ha ricevuto a Milano il premio "Campione" per la categoria "Ambiente"

È stato direttore dell'Italian Journal of Zoology, organo dell'Unione Zoologica Italiana. Ha partecipato e partecipa tuttora a numerose trasmissioni televisive specialistiche, tra le quali Dalla parte degli animali, Almanacco del giorno dopo e le serie di Quark. Collabora con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, con Casaviva e con Airone. È autore di oltre 200 pubblicazioni.

È, inoltre, presidente onorario dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1974 - L'animale culturale, BUR (ISBN 88-17-12048-0)
  • 1975 - La scelta sessuale nell'evoluzione della specie, Bollati Boringhieri (ISBN 978-88-339-0320-0)
  • 1987 - Animali visti da vicino, SEDES (ISBN 978-88-8013-217-2)
  • 1989 - Novanta animali, Bollati Boringhieri (ISBN 978-88-339-0490-0)
  • 1991 - Animali e uomini, Il Cigno Galileo Galilei
  • 1991 - Galapagos e Patagonia. Sulle orme di Darwin, Il Cigno Galileo Galilei - scritto con Marco Visalberghi
  • 1991 - Etologia & protezione animale, Editoriale Grasso (ISBN 88-7055-118-0) - scritto con Sergio Papalia
  • 1992 - Il cane e la volpe, Einaudi (ISBN 978-88-06-12451-9)
  • 1992 - Dizionario di Etologia, Einaudi (ISBN 978-88-06-13027-5)
  • 1994 - Lo zoo aperto, Einaudi (ISBN 88-06-13535-X)
  • 1995 - Il corno del rinoceronte, Mondadori (ISBN 978-88-04-40665-5)
  • 1996 - Del cane, del gatto e di altri animali, Mondadori (ISBN 978-88-04-41601-2)
  • 1997 - Gli animali fanno così, Giunti Editore (ISBN 978-88-09-45408-8)
  • 2000 - La strategia dell'aquila, Mondadori (ISBN 978-88-04-49064-7)
  • 2001 - L'animale irrazionale, Mondadori (ISBN 978-88-04-48837-8)
  • 2002 - L'etologia caso per caso, Airplane (ISBN 978-88-8372-115-1)
  • 2003 - Arbitri e galline, Mondadori (ISBN 978-88-04-52357-4)
  • 2006 - Nella mente degli animali, Cairo Publishing (ISBN 978-88-6052-042-5)
  • 2008 - L'acchiappacolombi, Cairo Publishing
  • 2008 - La bella zoologia, Cairo Publishing (ISBN 978-88-6052-148-4)
  • 2009 - L'intelligenza degli animali, Cairo Publishing (ISBN 978-88-6052-215-3)
  • 2010 - Il cane secondo me, Cairo Publishing (ISBN 978-88-6052-316-7)

Scritti con Alessandro Minelli[modifica | modifica sorgente]

  • 1992 - Il linguaggio degli animali, Giunti Editore (ISBN 978-88-09-45250-3)
  • 1992 - Animali cacciatori, Giunti Editore (ISBN 978-88-09-45247-3)
  • 1992 - Animali in società, Giunti Editore (ISBN 978-88-09-45249-7)
  • 1992 - Come si difendono gli animali, Giunti Editore]] (ISBN 978-88-09-45251-0)
  • 1992 - Animali che imparano, Giunti Editore (ISBN 978-88-09-45248-0)
  • 1992 - Animali in famiglia, Giunti Editore (ISBN 978-88-09-45246-6)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]



Imparare Portale Imparare: accedi alle voci di Verdiana-Wikia che trattano di Imparare
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.