Si definisce ferrovia dismessa una linea ferroviaria lungo la quale è stato definitivamente interrotto qualunque servizio regolare di tipo ferroviario. In senso lato, in questa definizione sono incluse anche le ferrovie incompiute, infrastrutture la cui costruzione non è stata completata del tutto e sulle quali non è mai stato svolto alcun servizio di tipo ferroviario.

Una ferrovia può essere dismessa per svariati motivi: eventi bellici, naturali, perdita di interesse commerciale da parte della società esercente, il fallimento di quest'ultima o in conseguenza di una decisione di un ente pubblico, a cui segue un decreto ministeriale o un provvedimento similare.

Nella maggior parte dei casi, alla sospensione del servizio segue in breve tempo la rimozione dell'armamento ferroviario e della linea aerea elettrica, se presente. Gli edifici, se non sono lasciati in abbandono, vengono alienati, o ceduti per essere trasformati in abitazioni private o in attività commerciale.

Molto spesso il tracciato ferroviario resta abbandonato a se stesso e finisce per restare invaso dalla vegetazione, oppure riutilizzato per altri usi, come piste ciclabili, percorsi di trekking, strade, o recuperato ad uso ferroviario ma con valenza esclusivamente turistica, con servizi passeggeri saltuari o periodici, talvolta legati ad eventi locali.

File:Llangwyllog railway station 2005.jpg

Un esempio di ferrovia dismessa

Ferrovie dismesse in Italia[modifica | modifica sorgente]

L'elenco che segue è un compendio parziale delle principali tratte ferroviarie italiane non più in esercizio. In esso non sono inclusi tratti che avevano funzioni di semplice raccordo ed infrastrutture di tipo decauville, le quali molto spesso erano ad uso di miniere e impianti simili.

Ferrovie a scartamento normale[modifica | modifica sorgente]

File:Ex Stazione FS - Randazzo 1.JPG

Scalo abbandonato di Randazzo sulla Ferrovia dell'Alcantara

File:Ponte SR-RG-Vizzini presso Solarino.JPG

Tracciato abbandonato della Ferrovia Siracusa-Ragusa-Vizzini

File:Ferrovia Maratona sottopasso MI-VE 20090624.jpg

Ciò che resta del tracciato abbandonato della Maratona di Desenzano

Ferrovie a scartamento ridotto[modifica | modifica sorgente]

File:Panoramica Crotone scalo.JPG

Stazione abbandonata di Crotone FCL

Ferrovie decauville, forestali e minerarie[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie dismesse in Europa[modifica | modifica sorgente]

Template:C

Croazia[modifica | modifica sorgente]

Francia[modifica | modifica sorgente]

Germania[modifica | modifica sorgente]

Grecia[modifica | modifica sorgente]

Gran Bretagna e Isole del Canale[modifica | modifica sorgente]

Irlanda[modifica | modifica sorgente]

San Marino[modifica | modifica sorgente]

Slovenia[modifica | modifica sorgente]

Svizzera[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie dismesse in Africa[modifica | modifica sorgente]

Libia[modifica | modifica sorgente]

Le uniche ferrovie della Libia, costruite durante la dominazione coloniale italiana, sono state dismesse e abbandonate in periodo prossimo al colpo di stato di Gheddafi:

Somalia[modifica | modifica sorgente]

Eritrea[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie dismesse in Asia[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie dismesse in America[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie dismesse in Oceania[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti di Wikipedia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.