Per territorio esterno si intende una porzione del territorio di uno stato che si trova ad essere geograficamente separato dal resto del territorio di quello stato. Non esistono criteri precisi per stabilire se un territorio è esterno oppure no, tuttavia vengono in genere considerati territori esterni le enclavi, le isole e gli arcipelaghi posti a grande distanza dal resto del paese.

Spesso questi territori, proprio in virtù del fatto di essere "esterni", godono di un particolare status di autonomia rispetto agli altri territori di quello stato; per questo motivo il concetto di territorio esterno è spesso confuso con quello di territorio dipendente, ma in realtà si tratta di due cose diverse poiché non tutti i territori esterni sono anche territori dipendenti e viceversa.

Lista di territori esterni[modifica | modifica sorgente]

Angola[modifica | modifica sorgente]

Australia[modifica | modifica sorgente]

Bangladesh[modifica | modifica sorgente]

Belgio[modifica | modifica sorgente]

Bosnia ed Erzegovina[modifica | modifica sorgente]

Cile[modifica | modifica sorgente]

Croazia[modifica | modifica sorgente]

Danimarca[modifica | modifica sorgente]

Francia[modifica | modifica sorgente]

Germania[modifica | modifica sorgente]

India[modifica | modifica sorgente]

Italia[modifica | modifica sorgente]

Norvegia[modifica | modifica sorgente]

Nuova Zelanda[modifica | modifica sorgente]

Oman[modifica | modifica sorgente]

Paesi Bassi[modifica | modifica sorgente]

Portogallo[modifica | modifica sorgente]

Regno Unito[modifica | modifica sorgente]

Repubblica Turca di Cipro del Nord[modifica | modifica sorgente]

Russia[modifica | modifica sorgente]

Spagna[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti[modifica | modifica sorgente]

Timor Est[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.