Il sistema integrato di serra fotovoltaica aerotermica, dispone i pannelli fotovoltaici circa uno due o metri più in alto del normale, lungo un asse nord-sud, e con un angolo inferiore di 90-120° in modo che formino il tetto di una serra. La combinazione di questi due sistemi permette di continuare a utilizzare il suolo a fini agricoli, con i vantaggi forniti dalla serra e con l'aggiunta di un reddito ulteriore dovuto alla vendita dell'energia elettrica alle città e borghi vicini.

Vantaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Il pannello fotovoltaico resiste alle forti piogge, alla neve e alla grandine, questo protegge le coltivazioni sottostanti.
  • Risparmio d'acqua, dal momento che la ridotta insolazione provoca una minore evaporazione, inoltre si verifica il fenomeno della condensazione notturna dell'acqua traspirata sulle pareti.
  • Cattura dell'acqua piovana attraverso grondaie che portano a depositi sotterranei d'acqua.
  • Tutti i vantaggi tipici della serra: protezioni dagli insetti (che semplifica la coltivazione biologica), dagli uccelli e dalle piante infestanti (elimina la necessità di diserbanti), protezione dalle gelate (utile per l'ortofrutta, possibilità di praticare la cultura idroponica).

Svantaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Lieve riduzione dell'esposizione solare delle piante, dunque è possibile questa combinazione soltanto in luoghi molto assolati, con pareti trasparenti in vetro o plastica.
  • Aumento eccessivo della temperatura estiva, che può essere mitigato con l'apertura di molte porte e finestre, anche sul tetto delle serre.
  • In luoghi vicini a borghi o piccole città è possibili impiegare sistemi di pompa di calore (con immagazzinamento geotermico) utilizzabili oltre che per riscaldare la serra (permettendo la coltivazione invernale) anche per il teleriscaldamento di edifici vicini.

Collegamenti interni[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]




I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.